terra-fuochi-640

NAPOLI– Duecentoquaranta uomini delle forze dell’ordine e della polizia locale saranno appositamente formati per contrastare il fenomeno della combustione dei rifiuti nella cosiddetta ‘Terra dei Fuochi’.

E’ quanto fa sapere il viceprefetto Donato Cafagna, incaricato per il fenomeno dei roghi di rifiuti tossici in Campania. Il percorso di formazione avrà una durata di tre mesi. Al termine gli operatori prenderanno parte anche ad un laboratorio operativo.”Trovo assolutamente irrispettoso, nei confronti dei cittadini della Campania, ritenere una “presa in giro” lo stanziamento di 450 milioni di euro da parte del Governo per risolvere definitivamente la piaga delle ecoballe nella Terra dei fuochi”. Lo dice in una nota la deputata campana Michela Rostan, membro della Commissione bicamerale d’ inchiesta sulle ecomafie, in riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal capogruppo di Forza Italia alla Camera, Brunetta e dalla collega Carfagna nel corso della Conferenza stampa tenuta stamattina a Montecitorio.”Ricordo inoltre che, proprio in merito al problema dell’ eliminazione delle ecoballe, -ha aggiunto Rostan – la Corte di Giustizia Ue ha condannato l’ Italia al pagamento di una multa di 20 milioni di euro per il mancato adeguamento, durante gli anni precedenti, alle regole Ue del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti in Campania.  La sensibilità dimostrata dal presidente Renzi rappresenta un atto di grande aiuto per risolvere un problema che ha sporcato l’immagine dell’Italia nel mondo. Sono certa – ha concluso la parlamentare democrat – che unitamente al grande lavoro che sta svolgendo il Governatore De Luca, si possa ricostruire un’immagine di dignità e di efficienza della nostra regione”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments