PACCHERI-AL-PESCE-SPADA-PINKITALIA1

NAPOLI – Se nelle pescherie vi imbattete in un pescespada pescato nel mar Mediterraneo siete di fronte a una truffa perché quel pesce è stato pescato in un altro mare o a un animale pescato violando la legge.

A lanciare l’allarme i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, e il portavoce regionale del Sole che ride, Vincenzo Peretti.“Dal 1 ottobre al 20 novembre è vietata la pesca del pescespada nel Mediterraneo per favorire la ripopolazione ed evitare l’eccessivo impoverimento del mare, una misura quindi che va a favore anche dei consumatori perché, se si riduce il numero di esemplari, sarà più difficile trovarne e quindi il prezzo tenderà ad aumentare” hanno aggiunto i Verdi sottolineando che “i pescespada che si trovano nelle pescherie, quindi, non possono essere stati pescati nel nostro Mediterraneo a meno che non siano stati pescati contravvenendo al divieto”.“In entrambi i casi siamo di fronte a un’evidente illegalità che va segnalata alle forze dell’ordine, la polizia municipale in primis, per i provvedimenti del caso” hanno concluso gli esponenti del Sole che ride per i quali “quel pescespada spacciato per pescato del Mediterraneo potrebbe anche arrivare da mari lontani e quindi essere stato congelato e poi scongelato e venduto come fresco, mettendo a rischio la salute di chi lo compra e lo mangia”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments