NAPOLI – Ieri pomeriggio, gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e due Carabinieri del X Reggimento Campania, hanno arrestato il 22enne del Burkina Faso ed irregolarmente soggiornante sul territorio nazionale Abuo Bandaogo.Lo straniero, già noto alla Polizia per i suoi precedenti penali, verso le 14.30 è stato sorpreso da una volante mentre spacciava in Via Carriera Grande. Accortosi dei poliziotti si è dato subito alla fuga in direzione di Via Alfonso d’Aragona.

La Questura ha quindi inviato altre volanti che giunte sul posto si sono aggiunte agli inseguitori. L’africano, dal canto suo, è però riuscito a raggiungere Corso Garibaldi e poi Piazza Garibaldi, ma giunto all’angolo con Via Bologna, due Carabinieri che stavano transitando a bordo di un automezzo hanno notato la scena ed uno dei due, dopo aver arrestato la marcia, si è lanciato sul cittadino del Burkina Faso arrestando la sua folle corsa. La resistenza fisica dello straniero che ha iniziato a dimenarsi e colpire, non ha avuto fine nemmeno con l’arrivo del poliziotto che era alle sue calcagna. Resosi conto di non riuscire a divincolarsi, ha quindi estratto un piccolo coltello ed ha cercato di colpire entrambi. Con molte difficoltà i due operatori delle forze dell’ordine sono poi riusciti finalmente a bloccarlo e disarmarlo.Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di 41 involucri-dose contenenti eroina e 145 euro in banconote di piccolo taglio, verosimile profitto dell’attività di spaccio.Il carabiniere si è dovuto recare presso il pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare dove è stato medicato per una contusione e giudicato guaribile in 7 giorni. Bandaogo è stato invece condotto presso gli uffici dell’Ufficio Prevenzione Generale ed arrestato per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, minaccia aggravata, nonché denunciato in stato di libertà per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.Dopo l’arresto l’africano, tra l’altro titolare di un permesso di soggiorno per lavoro subordinato rilasciato dalla Questura di Udine e scaduto nel 2011,  è stato pertanto subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments