NAPOLI – Da sabato 13 novembre e fino a dopo l’Epifania saranno accese le luminarie del progetto “Illuminiamo Napoli”, interamente finanziato dalla Camera di Commercio con un impegno di 2,2 milioni di euro. Per la prima volta la città avrà 140 chilometri di luci natalizie ed installazioni in 40 piazze, per dare luce al Natale e al commercio. Dopo due anni di buio, grazie a questa iniziativa, anche i turisti saranno accolti da una città colorata, luminosa e addobbata a festa.

Sui social però da settimane è partita una campagna di demonizzaizone dell’iniziativa, polemiche a volte sterili un po’ come quel “Nun me piace o presepe” che Tommasino il figlio di Luca Cupiello personaggio della celebre “Natale in casa Cupiello” di Eduardo ripeteva quasi come una cantilena. La stragrande parte di napoletani commercianti e turisti però non la pensa così, a loro le luci piacciono eccome

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments