NAPOLI – Gli agenti del Commissariato Decumani hanno effettuato servizi tesi all’applicazione delle normative anti Covid-19 nella zona di via Oberdan, via Ponte di Tappia, via Cesare Battisti e nelle strade adiacenti.

Nel corso dell’attività sono state identificate 50 persone di cui 10 sanzionate poiché circolavano oltre l’orario consentito e perché per trovati fuori dal proprio domicilio senza giustificato motivo.

Inoltre, in via Oberdan e via Cesare Battisti i poliziotti hanno denunciato R.B. e S.T., napoletani di 62 e 45 anni con precedenti di polizia, poiché stavano svolgendo nuovamente l’attività di parcheggiatore abusivo e gli hanno notificato un ordine di allontanamento; infine, R.B. è stato denunciato anche per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità in quanto sottoposto a DACUR (divieto di accesso alle aree urbane).

Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Carriera Grande per la segnalazione di un salone di parrucchiere aperto.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno accertato che l’esercizio commerciale era in attività ed hanno sanzionato il titolare per inottemperanza alle misure anti Covid-19 disponendone la chiusura per 5 giorni.

Poco dopo, all’esterno del locale, gli operatori sono stati avvicinati da un uomo che ha dato in escandescenze minacciandoli e aggredendoli con calci e pugni fino a quando, dopo una colluttazione e non senza difficoltà, lo hanno bloccato.

Kwadwo Michael Adu, 32enne ghanese con precedenti di polizia, è stato arrestato per minacce aggravate, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità poiché nei suoi confronti pendeva l’ordine di lasciare il territorio nazionale emesso dal Questore di Roma il 19 marzo dello scorso anno.

Nella stessa serata gli agenti, transitando in via Nicola Mignogna, hanno notato un uomo che, in cambio di una banconota, consegnava qualcosa ad una persona a bordo di uno scooter.

I poliziotti hanno bloccato lo spacciatore trovandolo in possesso di un involucro di cellophane contenente 1 grammo circa di cocaina, di una bustina con circa 3 grammi di marijuana, di un bilancino e di 165 euro, mentre l’acquirente si è dato alla fuga.

Giovanni Tolino, 41enne avellinese con precedenti di polizia, è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato sanzionato per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché trovato fuori dal proprio comune di residenza senza giustificato motivo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments