NAPOLI – Colta dalle doglie, una donna di 28 anni di Napoli è salita al volo sul primo bus diretto all’ospedale Cardarelli.
Sprovvista di biglietto, è stata multata dal controllore.

Dell’episodio – che risale a qualche settimana fa – riferisce il quotidiano Repubblica.
Il successivo ricorso della donna è stato però respinto dall’Anm, l’azienda napoletana di mobilità:

“All’atto del controllo, si legge dalla motivazione alla base del rigetto, la signora si trovava a bordo di un nostro mezzo sprovvista di valido titolo di viaggio. E le circostanze non possono essere motivo di annullamento del verbale”.
“In merito al caso della signora Federica”, colta da doglie e multata per aver preso a Napoli il bus diretta in ospedale e sprovvista di biglietto, l’Anm (Azienda napoletana mobilità) “intende porgere pubblicamente le proprie scuse.

“I controllori dell’Anm, ha spiegato in una nota Nicola Pascale, amministratore Unico di Anm – elevano quasi 3000 verbali di contravvenzione al mese, svolgendo un’attività complicata, che l’azienda sta intensificando, per migliorare il servizio ai cittadini.
Gli errori possono capitare e in questo caso si è verificato un evidente eccesso di zelo nei confronti della signora, che andava invece aiutata e confortata. Sarà mia personale cura riprendere e riesaminare la pratica del suo ricorso che è stata trattata in modo troppo burocratico. Intanto alla signora e alla sua famiglia esprimo le nostre più vive scuse e le felicitazioni per la nascita del piccolo”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments