ERCOLANO – Il Parco Nazionale del Vesuvio utilizzata come una discarica, stavolta a denunciarlo è il Comitato Civico “Volontari per il Vesuvio” per la salvaguardia ed il recupero ambientale e sociale del territorio vesuviano attraverso la propria pagina Facebook.

Questa volta però sembra sia stato anche individuato un colpevole grazie al ritrovamento tra i rifiuti abbandonati di un vecchio quaderno scolastico riportante nome e cognome e classe di colui che all’epoca era uno studente.

“Questo tipo di situazione non ci è certo nuovo, più volte abbiamo denunciato la presenza di discariche a cielo aperto nell’area protetta del Porco Nazionale del Vesuvio. Sapere che un tale patrimonio del nostro territorio venga utilizzato come pattumiera e discarica dagli incivili è qualcosa di molto triste e grave. Tanto per cominciare chiediamo che venga individuato, denunciato e pesantemente sanzionato l’autore di quest’ultimo scempio, dovrà servire da monito a tutti gli altri incivili. Inoltre, è opportuno che le aree più a rischio sversamenti vengano costantemente controllate attraverso pattugliamenti continui e con l’utilizzo di telecamere, e che siano previste pene molto severe per gli inquinatori, c’è bisogno di un cambio di rotta.”- a parlare è il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments