ambulanza-2

NAPOLI – A Forcella una donna è stata investita da una moto, con due persone a bordo, che percorreva a tutta velocità le strade del quartiere. I due dopo aver travolto la donna che ha riportato gravi ferite, si erano allontanati a piedi per poi ripensarci ed andare a recuperare la moto. Qui hanno incontrato alcune persone che volevano bloccarli ed è scoppiata una rissa ma i due hanno avuto la meglio e sono riusciti a fuggire a bordo del mezzo.

“Sono residente a via dei Tribunali nel tratto che va da via Duomo a Castel Capuano. Le descrivo la scena da far west urbano a cui ho (in parte) assistito ieri sera.

Da giorni un ragazzo del quartiere scorrazza su e giù per via dei Tribunali con una moto (probabilmente truccata visto il rumore assordante) indisturbato, creando non poco fastidio a tutto il vicinato. Scorribande che vanno avanti fino a notte inoltrata. Ieri sera, verso le 22, risalendo in controsenso ed a folle velocità la suddetta via ha investito due persone. Una è una donna (rimasta priva di sensi per quasi mezz’ora e data per morta da molti) che sembra essere la moglie del titolare di un piccolo ristorante della zona dal nome “Giri di pasta”. E poi un ragazzo straniero (forse spagnolo) che è rimasto vigile ma ricoperto di sangue accudito da una ragazza, anch’essa straniera, fino all’arrivo dell’ambulanza. L’investitore se l’è data immediatamente a gambe protetto dagli amici del quartiere. Nel giro di una mezz’ora sono arrivate due ambulanze per prestare le cure ai due feriti (la donna è viva ma pare che sia in gravi condizioni, qualcuno parla di coma). Gli amici dell’investitore hanno provato più volte a rimuovere ed a nascondere il mezzo ma hanno trovato l’opposizione di un gruppo di ragazzi (anch’essi probabilmente di origine spagnola) amici del ferito. Si è sfiorata più volte la rissa con i lavoratori ed il proprietario del ristorante. Cresciuti in numero i ragazzi hanno di nuovo provato a nascondere la moto, riuscendoci dopo essere venuti violentemente alle mani con il gruppo di spagnoli. Alcuni abitanti del quartiere hanno riferito anche di coltellate ai danni dei ragazzi spagnoli che speravano, evidentemente, nell’identificazione dell’investitore da parte della Polizia. Nel frattempo uno scooter allontanava una signora evidentemente disperata perché forse madre o parente stretta dell’investitore. Nella rissa sono volate bottiglie e sono stati danneggiati tavolini e sedie del piccolo ristorante. Titolo ciò è durato più di un’ora davanti agli sguardi sgomenti di turisti che sono poi dovuti scappare quando è scoppiato il parapiglia. In tutto questo tempo nessun rappresentante delle forze dell’ordine si è visto. Io ho chiamato il 112 per tre volte senza ricevere risposta. L’arrivo di due ambulanze confermerebbe che l’incidente sia stato segnalato. E così stamattina tutto ripulito, niente sangue, niente macchie di benzina e niente moto. Ed i protagonisti tranquillamente a zonzo in piazza Sedil Capuano con scooter e motorini senza casco e senza il rispetto dei sensi di percorrenza. L’arrivo dei turisti anche in questa zona bassa di via dei Tribunali sembrava aver cambiato il quartiere, ma così non è. Ed il silenzio e l’assenza delle forze dell’ordine è sempre più assordante. Mi vergogno, da napoletano, del comportamento dei miei concittadini e sono indignato per la totale assenza delle istituzioni nel quartiere (questo è solo l’ultimo ed il più grave di episodi a cui ho assistito da quando vivo qui).”- è il racconto di un testimone che si è rivolto al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“Ora la priorità è individuare e arrestare tutti questi balordi dandogli la giusta e severa pena. Ci auguriamo che la donna e l‘altro ragazzo investiti si rimettano presto. Forcella non può essere terra di nessuno, urgono interventi sempre più decisi delle forze dell’ordine. Serve la tolleranza zero”- ha commentato Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments