Da levante o ponente, la periferia napoletana è ridotta a un’enorme e disgustosa discarica a cielo aperto il cui fetore stordisce e tramortisce i cittadini ma lascia quasi del tutto indifferenti le Istituzioni che diventano così complici dei numerosi incivili che affollano la città riducendola ad un nauseabondo immondezzaio.

Diversi cittadini, ancora una volta, si sono rivolti al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli per lanciare un appello e chiedere interventi.

A Via Eraclito a Pianura, quartiere nella periferia occidentale, è stata segnalata una montagna di sacchi di immondizia accatastati tra le campane della raccolta differenziata. Mentre a via Raffaele Mattioli a Ponticelli, nel lato orientale della città, è nata una discarica di ingombranti formati da elementi di mobilio ed arredo sanitario.

“La situazione è grave e peggiora di giorno in giorno. Da un lato c’è una raccolta dei rifiuti che proprio non va, procede a rilento e macchia di leopardo. Dall’altro, abbiamo a che fare con un’inciviltà fuori controllo ed inarrestabile che sta facendo sprofondare la città nel baratro del degrado. Questo avviene in periferia come nel cuore della città, dove lo squallore è sotto gli occhi di tutti, anche dei turisti.”- spiega Borrelli – “A Palazzo San Giacomo devono decidersi ad intervenire in modo diverso, va istituito un tavolo tecnico per studiare il da farsi assieme ad Asia e alla Polizia Ambientale perché non è più assolutamente tollerabile che si permetta a certi soggetti di ridurre il territorio ad una discarica. Servono maggiori controlli, telecamere e l’inasprimento delle condanne per queste persone.”.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/584884922968520

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments