NAPOLI – Continuano gli appelli alla cittadinanza a restituire le bombole d’ossigeno esauste o non più utilizzate alle farmacie.

In merito alla questione il presidente di Federfarma Riccardo Maria Iorio ha dichiarato che gli appelli sinora sono valsi a poco nonostante la disponibilità dei farmacisti a ritirare le bombole a domicilio.

“Io ho trovato a casa una bombola d’ossigeno che usava mio padre e così ho deciso di restituirla in farmacia ma nessuna della mia zona e quelle telefonate si sono rese disponibili, mi è stato risposto che la bombola va riconsegnata dove è stata presa ma io questo non posso saperlo.

Così ho chiamato la ditta fabbricante e si sono resi disponibili al ritiro ma ad oggi ancora nessuno si è fatto vivo. “. Racconta l’avv. Ugo Iavarone intervenuto in diretta telefonica durante la trasmissione radiofonica La Radiazza.

“C’è una discrepanza tra le dichiarazioni di Federfarma, e quello che ci denunciano i cittadini. C’è carenza di bombole e l’ossigeno serve per salvare delle persone per cui bisogna fare tutto il possibile per agevolare il ritiro delle bombole vuote. C’è addirittura chi li ha abbandonate per strada tra i rifiuti come è successo a via Salvator Rosa”. Sono le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e del conduttore radiofonico Gianni Simioli.

https://www.facebook.com/489369491216947/videos/412616020112819

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments