gaiola

NAPOLI – “La lotta quotidiana tra la parte sana e quella malata della città continua, anche se non mancano momenti di scoraggiamento, come quello che stanno vivendo i volontari del Centro studi interdisciplinari Gaiola, presieduto da Maurizio Simeone, che, nonostante le continue pulizie straordinarie, a cui spesso partecipano anche i volontari dei Verdi, si ritrovano, ogni giorno, con la spiaggia e le strade di accesso invase dai rifiuti dei bagnanti”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e lo speaker Gianni Simioli de La radiazza di RadioMarte, raccogliendo lo sfogo dei volontari.

“Chiaramente, il momento di scoramento passerà perché l’amore per quell’angolo di Paradiso in terra che è la Gaiola è più forte della rabbia provocata dal vedere tanti rifiuti in spiaggia e nelle strade adiacenti, ma è inaccettabile che si debbano perdere tante energie, che potrebbero essere usate in altro modo, per ripulire quel che gli incivili sporcano” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “sarebbe giusto mettere un po’ di videocamere di sorveglianza e la collaborazione di tutti quelli che vivono quelle zone nel denunciare quanti le sporcano lasciando rifiuti ovunque”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments