NAPOLI – “La Galleria Umberto è oramai terra di nessuno. Durante l’ultimo sopralluogo, compiuto durante la tarda serata di sabato, ho avuto modo di documentare le condizioni di assoluto degrado che affliggono uno dei luoghi simbolo di Napoli.

Oltre a dei bambini che giocavano al tiro a segno contro una vetrina, sotto gli occhi di genitori assolutamente disinteressati alla loro maleducazione, c’erano addirittura uno scooter parcheggiato in bella mostra e un fuoco acceso in prossimità dei tavolini di un bar”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Quelle che si ripetono all’interno della Galleria Umberto sono delle scene avvilenti che ledono la dignità e la bellezza di una costruzione monumentale che meriterebbe ben altro trattamento. Invece tra partitelle di calcio, scooter che sfrecciano e vandalismi di ogni tipo la struttura è sempre più degradata.

Tutto ciò è causato dall’assoluta mancanza di controlli che rende la galleria terreno di conquista per teppisti, maleducati e baby gang. Serve un presidio delle forze dell’ordine durante le ore notturne che permetta di tenere tali soggetti lontani. Altrimenti non potremo fare altro che contare i danni. Il pavimento marmoreo è già in condizioni pietose. Meglio evitare che anche il resto faccia la stessa fine”.

Tra la Galleria Umberto I e piazza Trieste e Trento. #sempreperstrada

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Sabato 23 marzo 2019

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments