NAPOLI – La Chiesa del Duomo è uno dei siti di maggior interesse artistico e culturale della città di Napoli, eppure, a quanto pare, all’interno della struttura vi sono delle mancanze in termini di servizi offerti ai visitatori.

La cittadina e fedele signora Raffaella Maria Piccolo, rivolgendosi al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e al conduttore radiofonico Gianni Similli, segnala che l’area dei bagni del Duomo è accessibile solo tramite pagamento e si lamenta del fatto che si confonde la fede con il turismo chiedendo alle persone devote che già fanno offerte spontanee alla Chiesa di pagare anche per usare il wc.
Solo dopo aver pagato la cifra di 50 centesimi è, infatti, possibile, superare i tornelli che consentono l’accesso ai bagni.

“Il Duomo è spesso gremito di persone, tra cui anche molti anziani, portatori di handicap e disabili. È inaccettabile che delle persone se sprovviste di monete o indigenti non possano espletare le necessarie funzioni fisiologiche, con il rischio di poter anche avere un malore. Purtroppo si tratta di una storia vecchia. Si vogliono mettere sullo stesso piano i fedeli con i turisti facendo pagare loro l’uso dei bagni. Bisogna trovare una soluzione ragionevole ed equa perchè non è giusto che persone devote e praticanti, anziani e disabili debbano pagare l’uso del wc se si recano al Duomo” – sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e del conduttore radiofonico Gianni Simioli.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giorgio
11/02/2020 14:12

Si lamentano a Napoli e poi in altre città e paesi fra poco si fanno pagare anche l’aria che uno respira . Si paga per avere un servizio punto.