NAPOLI – Nell’emergenza sanitaria da Coronavirus ci sono categorie di lavoratori più esposte al rischio contagio rispetto ad altre, tra queste rientra sicuramente quella degli impiegati agli uffici postali che per garantire dei servizi ai cittadini ogni giorno si ritrovano a dover svolgere il proprio lavoro in luoghi sin troppo affollati.
Il Consigliere Regionale del sole che ride Francesco Emilio Borrelli ha ricevuto numerosissime segnalazioni, da parte dei cittadini, che mostrano come spesso si creino resse all’ingresso degli uffici postali e come i dipendenti si ritrovino a dover lavorare in condizioni di scarsa sicurezza.
Dopo la morte di Raffaele Parisi, impiegato alle poste che aveva contratto il Coronavirus, a cui il tampone è stato effettuato solo diversi giorni dopo il decesso e solo grazie all’intervento del Consigliere Borrelli, alcuni dipendenti delle poste hanno cominciato a lamentare che nonostante ci siano stati casi di positività al virus Covid-19 tra il personale dei loro uffici non siano stati garantiti loro i test del tampone e la dovuta assistenza sanitaria.
“Siamo in balia dell ‘Asl e dei medici di base, che in alcuni casi come il mio non hanno nemmeno ritenuto opportuno attivare il protocollo della quarantena. In pratica io pur avendo manifestato sintomi sono a piede libero, e in mancanza di certificazione medica sto usufruendo di permessi lavorativi per non rischiare di tornare a lavoro ed infettare qualcuno.” – si legge in un messaggio inviato al Consigliere Borrelli da un dipendente delle Poste.
“Bisogna tutelare gli impiegati con la presenza delle forze dell’ordine almeno nei giorni critici quando ad esempio si ritirano le pensioni degli uffici postali altrimenti presto saranno tutti infettati, sarà una tragedia. E’ una categoria di lavoratori che è troppo esposta al rischio contagio e quindi bisogna prendere delle precauzioni, all’esterno delle filiali ci sono ancora troppi assembramenti, troppa gente ammassata che sta in fila, è un problema grave. Occorre che in tutti gli uffici postali nei giorni “caldi” la fila sia governata dalle forze dell’ordine altrimenti avverranno sempre disordini e si creeranno situazioni di pericolo.” –ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments