NAPOLI – Il coronavirus non ferma il gioco del lotto. A differenza di altre attività commerciali “non essenziali”, le tabaccherie rimarranno aperte per garantire non solo i prodotti del tabacco e il pagamento delle bollette delle utenze private ma anche per poter dare agli scommettitori la possibilità di giocare.

I tabaccai, infatti, garantiscono allo Stato di mantenere gli introiti sui tabacchi, sul pagare bollette e sul gioco del Lotto.

Stamattina a Napoli lunghe code davanti i tabacchi per giocare i biglietti dell’estrazione del sabato. i numeri da giocare 67 (corona), 47 (virus), 90 (la paura). da giocare su Napoli e Milano.

Solo la chiusura delle sale da gioco e di quelle del Bingo costerà allo Stato una perdita di 602 milioni di euro al mese.

In generale, l’intero settore garantisce all’Erario 7,24 miliardi sui 15,5 miliardi di incassi complessivi certificati dal Dipartimento delle Finanze. Per questo si sta cercando di limitare i danni tenendo vivo un altro ramo del gioco.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments