NAPOLI – Ancora un attacco al personale sanitario. Stavolta è avvenuto all’ospedale Monaldi di Napoli dove, come riporta Il Mattino, i familiari di una 74enne morta per covid sono entrati e dopo il rifiuto, per motivi legati ai protocolli di sicurezza, alla richiesta di consegna della salma, che secondo loro spettava di diritto, hanno cominciato a colpire chiunque si trovassero davanti.

Ad avere la peggio è stato un operatore socio sanitario che ha subito un trauma cranico, contusioni multiple, ecchimosi al labbro inferiore e superiore e la perdita della capsula di un dente.

“Ancora una volta ci troviamo a commentare un episodio ignobile, una violenza ingiustificata ai danni del personale medico che, invece di essere celebrato e tutelato per il lavoro che sta svolgendo soprattutto in questa pandemia, è stato preso di mira da delinquenti e violenti. Da tempo ormai chiediamo che le strutture ospedaliere ed i presidi di pronto soccorso vengono sorvegliati costantemente da una presenza fissa di forze dell’ordine. Cosa si aspetta ad adottare tale misura, che qualcuno ci rimetta la vita?”- sono state le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments