NAPOLI – Un fiume di giovanissimi, la maggior parte dei quali senza mascherine, si è riversato all’ora di pranzo sul lungomare di Napoli, complici il sole e le temperature tornate miti, ma soprattutto le scuole rimaste chiuse come previsto dal calendario scolastico per martedì grasso. L’area era sorvegliata come al solito dalle forze dell’ordine, in numero però inferiore rispetto alla folla.

Molti anche gli adulti che hanno pranzato nei ristoranti sul lungomare.

A Napoli, a differenza di quanto accaduto a Roma, finora non è mai stato applicato il dispositivo che consente, in casi di particolare affollamento, di chiudere temporaneamente alcune aree.

Un 16enne è rimasto ferito ad una mano con un’arma da taglio in una rissa tra ragazzini avvenuta in Via Partenope sul lungomare di Napoli; il minorenne è stato medicato in ospedale. I clienti che erano nei locali della zona e in strada sono fuggiti spaventati.

La notizia della rissa, diffusa dalla Confesercenti che parla di gravi danni per l’economia e riferisce anche di un’aggressione ad un automezzo del 118, è stata confermata dalla Polizia. “La lite ha svuotato i ristoranti, ho chiesto al prefetto e al questore un incontro urgente sulla sicurezza. I controlli sono assenti” dice Vincenzo Schiavo, presidente dell’organizzazione.

“Sono giunte, da parte di cittadini, segnalazioni di possibili feste per bambini in ludoteche. Ricordo che sono vietate! Dunque in queste ore stiamo intensificando i controlli e stiamo verificando queste segnalazioni e stiamo passando al setaccio le ludoteche esistenti sul territorio. Dalle ore 18 effettueremo anche controlli a tappeto dinanzi a bar e locali per verificare il rispetto delle norme, in quanto alcune volte può capitare che chiudano le saracinesche e continuino ugualmente le attività. Dall’Unità di Crisi della Regione Campania è arrivata la comunicazione che anche in Campania per un positivo su quattro si tratta di variante inglese. Dunque stiamo intensificando i controlli. Oggi chiusura delle piazze in seguito all’ordinanza sindacale ed abbiamo più volte dovuto invitare i cittadini a mettere la mascherina e a non fermarsi in piazza”. Lo ha affermato Claudio Russo, Comandante dei Vigili Urbani di Somma Vesuviana, comune del napoletano.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/460840001615052

“Siamo in piena pandemia e pensiamo alle feste?? Spero che queste notizie non siano vere, stiamo verificando in queste ore. Chiedo a tutti i cittadini il rispetto delle norme. Non serve fare i furbi. In questo momento stiamo chiedendo ai ragazzi un grande sacrificio ed allora diamo il buon esempio noi adulti. Per strada possiamo passeggiare ma con la mascherina- ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana – oggi nelle piazze di Somma Vesuviana non possiamo sostare ma solo transitare. Ricordo anche che non possiamo tenere riunioni e feste sia al chiuso che all’aperto. Siamo alle prese con le varianti del Covid. A Somma Vesuviana oggi abbiamo registrato altri 6 nuovi casi ed attualmente abbiamo 155 positivi attivi, di cui 4 ricoverati in ospedale e 228 persone ancora in sorveglianza sanitaria”.

Oggi, dunque, nuova chiusura di Piazza Vittorio Emanuele III e di Piazza Mia Martini, con il pattugliamento coordinato dal Corpo di Polizia Municipale e la partecipazione anche delle Guardie di Polizia Giudiziaria dell’AISA.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments