NAPOLI – Si scrive “Napoli” e si legge “mare, sole, Vesuvio”. Forse un tempo. Oggigiorno, purtroppo, va aggiunta pure la parola “degrado”. Fa riflettere come uno dei luoghi più suggestivi della città, ossia Mergellina, nello specifico la Spiaggia dei Pescatori, sia ridotta ad una discarica. Amministrazione ed incivili hanno fatto sì che la spiaggia venisse invasa di rifiuti di ogni sorta a cui solo la buona volontà di un gruppo di volontari ha saputo porre rimedio. Come denunciato dai Consiglieri di Europa Verde, quello regionale Francesco Emilio Borrelli e quello municipale Gianni Caselli, che avevano già affrontato la questione, i sacchi con i rifiuti raccolti dai volontari attendono ancora di essere rimossi dall’Asia.

Non è soltanto però la spiaggia ad essere disastrata, anche la fontana dei giardinetti antistanti è utilizzata come una pattumiera e i giardinetti ingialliti, non curati e pieni di immondizia.

“Abbiamo nuovamente sollecitato Asia ad intervenire a ritirare i rifiuti. L’inciviltà dilagante e l’incuria amministrativa stanno affossando Napoli e distruggendo le sue bellezze. Tutto ciò è davvero molto triste, per questo è necessario e doveroso un cambio di rotta, la nostra città deve risorgere. Deve esserci una rinascita data una nuova mentalità che deve accompagnare tutti, cittadini ed amministratori, e molta più cura del territorio da parte delle istituzioni.”. Le parole di Borrelli e Caselli.

Anche per il mare la situazione non è migliore. Come è stato segnalato al Consigliere Borrelli dai cittadini, le acque di Posillipo si presentano stamane in pessimo stato, piene di rifiuti, liquami, cartacce ed assorbenti.

“Con l’arrivo dell’estate il fenomeno si intensifica in maniera preoccupante. Abbiamo chiesto alla capitaneria di Porto di monitorare la situazione di prevedere controlli continui. ”- hanno concluso Borrelli e Caselli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments