NAPOLI – Sarebbe stato il malfunzionamento di un depuratore che serve quattro comuni del Casertano a provocare la macchia nera che il 6 maggio scorso, appena dopo la fine del lockdown, dal canale Agnena si propagò nel Mar Tirreno nel comune di Castel Volturno. E’ quanto emerso dall’indagine della Procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha disposto il sequestro d’urgenza del depuratore intercomunale ubicato a Vitulazio, che serve anche altri tre comuni (Pastorano, Bellona e Camigliano) e una popolazione di 18.700 persone; i sigilli sono stati apposti dai carabinieri della forestale e dalla Guardia Costiera di Castel Volturno. La Procura ha poi iscritto nel registro degli indagati i sindaci dei quattro comuni dal 2015 ad oggi, ipotizzando che le acque reflue urbane provenienti dai quattro paesi del Casertano finissero senza trattamento direttamente nel canale Agnena, e quindi nel Tirreno; il fenomeno, fa notare l’ufficio inquirente, si sarebbe verificato già in quattro circostante (2004, 2012, 2016 e 2019).

“In tempi non sospetti avevamo già proposto l’ipotesi che si sarebbe potuto trattare di materiale umano anche perché in quella zona gli allevamenti hanno sempre funzionato e questo problema non si era mai presentato. Questa storia ci insegna che è bene sempre approfondire le questioni.”- ha dichiarato il prof. Vincenzo Peretti, docente di zootecnica generale e miglioramento genetico del dipartimento di Medicina veterinaria e produzioni animali dell’Università Federico II di Napoli.

“E’ molto grave tutto questo. Chiediamo che si proceda celermente nelle indagini e che se si svolgano in maniere chiara e trasparente, vogliamo che i colpevoli di questo disastro siano messi di fronte alle proprie responsabilità e che ne paghino le conseguenze, servono in questo caso provvedimenti molto severi. Che degli amministratori, che dovrebbero garantire la sicurezza e la tutela del territorio, potrebbero essere i responsabili di questo disastro ambientale ci fa rabbrividire, per questo ora chiediamo giustizia rapidamente.”- sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.(ANSA)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments