NAPOLI – La recinzione della Fontana monumentale di Carlo II, in piazzetta Monteoliveto, è oggi terminata e totalmente visibile.

Il progetto, approvato e seguito, nelle sue fasi di realizzazione, dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, è stato realizzato, mediante la sottoscrizione di un Accordo con il Comune di Napoli, dall’A.S.I.A., Azienda Servizi Igiene Ambientale di Napoli, attraverso un atto di liberalità finalizzato a mettere in protezione il monumento.

La recinzione in ferro, che si ancora al basamento lapideo della fontana e riprende il disegno della preesistente recinzione ottocentesca, è alta 1,5 m lungo tutto il suo perimetro al fine di lasciare libera la vista del piedistallo con i leoni e le aquile, che sorregge l’obelisco piramidale su cui si erge la statua bronzea di Carlo II di Spagna. La recinzione è modulare e smontabile in caso di necessità. È inoltre dotata di un piccolo cancelletto sul lato interno di Piazza Monteoliveto, dove il basamento ha un altezza minima di 10 cm, al fine di consentire le operazioni di pulizia e manutenzione della stessa.

“La nuova recinzione – dichiarano gli assessori Piscopo e Del Giudice – consentirà di proteggere il monumento. Ringraziamo pertanto l’A.S.I.A., che si è fatta carico della realizzazione della recinzione, la Soprintendenza che ne ha curato e seguito tutte le fasi di realizzazione, nonché il Servizio Valorizzazione della città storica del Comune di Napoli, per l’impegno con il quale ha lavorato alla realizzazione del progetto,.”

“Quella della fontana è una storia travagliata, almeno quella recente. Dapprima, ha subito davvero tanti atti vandalici che ne hanno deturpato i marmi e poi lo scorso ottobre è partito il cantiere per costruire un’inferriata di contenimento, per salvaguardare il monumento dai vandali, che ritardando il termine dei lavori ha fatto sì che la fontana fosse usata ulteriormente come pattumiera. Anche se la recinzione non ci piace faceva parte del progetto originario ed è l’unica difesa dagli incivili approvata dalla soprintendenza. Ci auguriamo che i soliti vandali non riescano di nuovo a fare danni insozzandola e deturpandola”- sono state le parole del Consigliere Regionale del sole che ride Francesco Emilio Borrelli e del conduttore radiofonico Gianni Simioli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments