NAPOLI – Nella mattinata di domenica 2 maggio Europa Verde-Campania darà vita ad un’operazione per riportare dignità e decoro alla memoria alle vittime della violenza e della follia.

Infatti a Mergellina, alle spalle del famigerato Chalet Ciro, si trova la lapide commemorativa di Francesco Esastico, il 19enne ucciso in una rissa nel febbraio del 2004 per uno sguardo di troppo ad una ragazza, che è in condizioni preoccupanti di abbandono e degrado, tra palme abbattute e vegetazione selvaggia che ha ricoperto completamente il ricordo commemorativo.

“Abbiamo deciso di rimboccarci le maniche per eliminare la sterpaglia e sistemare l’aiuola che ospita la lapide di Francesco Esastico. È un lavoro che non ci costerà fatica perché ridare dignità alla memoria di una giovane vita spezzata così brutalmente è un dovere. Ci sembra un atto dovuto. – spiega Salvatore Iodice, consigliere municipale di Europa Verde e presidente dell’associazione Miniera, insieme ai consiglieri dei Verdi della Municipalità I Benedetta Sciannimanica e Gianni Caselli.

“Mentre si continuano a celebrare ed omaggiare boss e criminali, noi assecondiamo le esigenze e le volontà della parte sana della città rendendo omaggio alle vittime e agli eroi della nostra terra. La situazione in cui versa la lapide di Estastico è rappresentativa del degrado culturale che stiamo affrontando: cappelle e murales di camorristi e delinquenti ben curate e tutelate mentre le vittime vengono abbandonate all’oblio “- hanno commentato il Consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e i gestori della pagina Facebook “Una Nuova Napoli”, promotrice dell’even

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments