NAPOLI – “Abbiamo ricevuto una segnalazione che ci ha lasciati profondamente sconcertati. In via Salvator Rosa, a pochi passi dagli ingressi della stazione della metropolitana, è stata creata una piccola discarica a cielo aperto. Non si è generata da sola, ovviamente. La responsabilità è tutta degli incivili che hanno abbandonato di tutto. Dalle foto si notano materassi, tapparelle, piastrelle, cartoni e cassetti in legno. Tutti rifiuti che andrebbero smaltiti in maniera diversa. Purtroppo casi del genere sono all’ordine del giorno. Si verificano in ogni angolo della città. I repulisti, i traslocatori e le ditte edili che non brillano per onestà, oltre ai semplici incivili, stanno trasformando Napoli in un’enorme discarica dove ogni tipo di rifiuto viene abbandonato in strada, degradando fortemente il paesaggio urbano”. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, dai consiglieri del Sole che Ride alla II Municipalità Rosanna Laudanno e Salvatore Iodice e dall’assessore alla II Municipalità Roberto Marino. “Dinanzi ad un’emergenza di tale portata – proseguono – servono contromisure efficaci. Riteniamo necessaria una stretta cooperazione tra Asia e la Polizia Ambientale per il controllo e la identificazione e la assunzione di provvedimenti conseguenziali quali sanzioni e sequestri di mezzi. Occorre dunque installare i sistemi di videosorveglianza, in modo da identificare e punire i trasgressori. Ma la semplice installazione non basta, occorrerà anche farli funzionare”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami