gatti morti

MUGNANO – “La notizia dei killer di gatti a Mugnano ci lascia sgomenti. Siamo di fronte ad un fatto molto grave, che richiede l’intervento delle forze dell’ordine.

I gatti sono un patrimonio delle nostre città. Vanno tutelati, non ammazzati”. Così il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e l’attivista del Sole che Ride per i diritti degli animali Patrizia Cipullo sulla mattanza dei gatti riportata dal quotidiano online Internapoli.it. “Leggendo i gruppi social dedicati alla città di Mugnano, i casi sarebbero molteplici.

Qualora i cittadini dovessero scoprire chi è l’autore, lo denuncino immediatamente alle forze dell’ordine. La legge permette di perseguirlo, così da fermare questa orrenda mattanza. Chi maltratta gli animali deve essere punito con la massima severità.

Ricordiamo che si tratta di un reato. L’articolo 544 del codice penale prevede pene per chi uccide o sottopone a maltrattamenti gli animali. La pena per l’uccisione varia da quattro mesi a due anni di reclusione”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments