GIUGLIANO – Il comando provinciale dei carabinieri di Napoli con quello di Giuliano ha, nella giornata del 16 marzo, dato vita ad un maxi-sequestro al campo rom della zona Asi di Giugliano in Campania.

Si è trattata di un’operazione che ha anche il Nucleo elicotteri, i carabinieri forestali e la Polizia Municipale il cui esito è stato il sequestro di 300 kg tra attrezzi da scasso, martelli e cacciaviti e di 16 veicoli sui quali c’erano provvedimenti giudiziari o erano sprovvisti della documentazione per circolare.

Nella stessa giornata, nei pressi del campo rom, è scoppiato un mega rogo tossico. Per i quali sono dovuti intervenire nuovamente dei militari con il supporto dei Vigili del fuoco.

“Roghi, tossici, discariche a cielo aperto, degrado, sono situazioni che continuano inesorabilmente ripetersi e ad evolversi. L’unica soluzione è sgomberare e smantellare i campi rom e dare il via a progetti di reintegrazione sociale. Tutto i resto rappresenta solo delle soluzioni temporanee.”- ha dichiarato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments