NAPOLI – Ennesima aggressione ai danni del personale di un’ambulanza del 118.

Stavolta, come racconta la pagina Facebook dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”: “È accaduto alla postazione 118 di Pietravalle sabato sera intorno alle 20.00, l’equipaggio era diretto a scala Montesanto (quartieri spagnoli- Napoli) improvvisamente vengono affiancati da due loschi figuri su un motociclo che bussando violentemente sulla fiancata del mezzo fermano la corsa ed esclamano:” hai capito che qui le sirene non le devi usare?

Spegnile altrimenti ti sparo” e successivamente una serie di offese non ripetibili.

L’autista impaurito allerta le FFOO. Nell’attesa dell’arrivo della polizia l’equipaggio resta in ostaggio del quartiere senza potersi muovere in quanto i facinorosi facevano ronde continue intorno a loro!

Arrivati i poliziotti ,i sanitari vengono letteralmente scortati a sirena fuori dal quartiere!

Purtroppo il problema delle “sirene non gradite” è molto comune a Napoli , ci sono quartieri dove sono bandite, tipo Sanita’ , quartieri spagnoli, rione traiano.

Evidentemente le sirene sono “non gradite” poiché il paziente all’interno non è un loro congiunto!”

“Una situazione surreale e assurda che condanniamo nella maniera più assoluta. Evidentemente alcune persone, si tratta di gentaglia e criminali, non gradiscono il suono delle sirene perché per loro la vita umana non ha valore. Quando, però, sono dei loro familiari a necessitare di cure mediche, allora pretendono il massimo dell’attenzione e delle accortezze, calpestando i diritti di tutti gli altri, e senza motivo aggrediscono medici ed infermieri e devastano i pronto soccorso. Questa situazione è intollerabile. Il personale sanitario, a cui va la nostra solidarietà, va tutelato con controlli continui nelle strade e presidi fissi di polizia nel pronto soccorso”. A parlare è il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments