NAPOLI – Tutti i sabato mattina, i volontari dell’associazione Miniera, affiancati dai volontari delle associazioni ‘La Via della Felicità’ e ‘Wow’ organizzano iniziative di straordinario recupero dei luoghi più rappresentativi di Napoli, spesso abbandonati al degrado. Questa volta è toccato alla fontana dedicata a Elena di Savoia, sul sagrato della Basilica di Capodimonte. Solo poche settimane addietro, sono stati ripuliti i giardini della Principessa Iolanda al tondo di Capodimonte. Tanti gli interventi di recupero organizzati oltre alla piantumazione di alberi. Enorme il quantitativo di rifiuti raccolti, segno di abbandono e incuria che durano da tempo.

“I volontari sono un esempio concreto di amore per la città, cultori e difensori del bene comune. Il loro impegno deve essere un esempio per tutti e un monito per gli incivili che, con strafottenza, ogni giorno imbrattano il nostro patrimonio culturale. La civiltà, il senso del dovere, saranno sempre i principi alla base del nostro lavoro”. Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde e Salvatore Iodice, consigliere della II Municipalità de Il Sole che Ride.

VIDEO: https://www.facebook.com/salvatore.iodice.96/videos/10221948682284232

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments