NAPOLI – Nottata movimentata e piena di controlli per i carabinieri della compagnia Napoli Centro che hanno setacciato le zona della movida nei quartieri di Chiaia, nei quartieri spagnoli e nel centro storico.
Non è mancato proprio nulla stanotte a Napoli con i militari che sono stati impegnati in più fronti.

Si parte da due distinti episodi che accomunano due 17enni con la scusa ormai nota e diventata quasi di moda “Lo faccio per difendermi”.
Parliamo di coltelli a serramanico messi in tasca. Il primo minorenne è stato trovato a via Toledo con un coltello lungo 15 centimetri mentre l’altro 17enne aveva tra le mani una lama lunga 17 centimetri mentre passeggiava in compagnia di suoi coetanei poco distante da via Toledo.

Setacciata anche via Orsini dove i carabinieri hanno denunciato un parcheggiatore abusivo già sottoposto a dacur.

Questa notte anche un arresto. Siamo a via Pantaleone e i militari fermano Giuseppe Amato, 47enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo viaggia a bordo di uno scooter rubato e come se non bastasse era sottoposto agli arresti domiciliari. Deve rispondere di evasione e ricettazione.

Controlli a tappeto – grazie al prezioso contributo del personale Asl Napoli 1 e degli agenti della polizia municipale – nelle attività commerciali dei quartieri spagnoli.
Sanzionati 4 ristoratori ai quali sono state contestate innumerevoli violazioni inerenti i requisiti igienico sanitari e, in un caso, l’occupazione abusiva di suolo pubblico con tavolini che occupavano la strada già stretta di per sé. Per gli imprenditori 22mila euro di sanzioni e un sequestro complessivo di 300 chili di alimenti privi di tracciabilità o riposti in ambienti sudici.

Controlli a tappeto anche per il rispetto del codice della strada con piazza Dante teatro privilegiato. Sei gli scooter trovati sfrecciare nella zona pedonale da altrettanti ragazzini e 2 mezzi sequestrati.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments