porto-di-napoli-1

NAPOLI – Sul piede di guerra già da qualche settimana, tornano in piazza i disoccupati di lungo corso dei movimenti organizzati. Questa mattina i senza lavoro aderenti alla sigla 7 novembre hanno effettuato un presidio all’interno del porto di Napoli. E bloccando accesso e uscita della rampa autostradale in corrispondenza del quartiere San Giovanni a Teduccio.

PROTESTA DELLA SIGLA STORICA 7 NOVEMBRE CON PRESIDIO SULLA RAMPA AUTOSTRADALE
Circa un centinaio di manifestanti, qualcuno con la sedia, ha protestato contro i continui silenzi da parte dell’amministrazione comunale e delle altre istituzioni. E che non hanno ancora dato risposte in merito ai progetti che prevedono il loro impiego nei servizi ambientali.

BLOCCATE AUTO E TIR IN INGRESSO E USCITA DAL PORTO
Decine di auto articolati e auto bloccati sia in ingresso che in uscita dalla rampa del porto. La giornata di passione dei disoccupati napoletani ha avuto effetti anche nel Partito democratico della Campania, la cui sede è stata occupata dalla sigla ‘Cantiere 167 Scampia. Obiettivo della protesta, sollecitare le istituzioni sull’ennesimo rinvio del tavolo in Prefettura sulla vertenza.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments