NAPOLI – “Stiamo tornando ai livelli di dieci anni fa – tuona Fabrizio de Lella – presidente del Comitato B&B di Napoli; in poche ore in pieno Centro Storico, dove si concentrano gran parte dei flussi turistici cittadini, si sono verificati sette scippi – prosegue de Lella – In sella agli scooter i delinquenti fanno man bassa di cellulari, sfrecciando nel dedalo di vicoli dove dovrebbe essere vietato il passaggio ai motorini. Significa che manca il controllo del territorio, i delinquenti agiscono impuniti. Per questo il Comitato si attiverà per essere ‘Sentinella della città’ pubblicheremo sulla nostra pagina facebook video e foto che mettono in risalto le situazioni e i protagonisti di condizioni indecorose”. Pomeriggio di terrore sabato alle 18:30 in via Salvator Rosa anche per due ragazzini, di cui uno cardiopatico, inchiodati a un muro e minacciati da un delinquente armato di coltello, che non ha esitato a puntarglielo alla gola purché cedessero soldi e cellulare. “ Mio figlio è sotto choc – ha riferito la mamma di uno dei due raggiunta al telefono – non vuole più uscire di casa, è un ragazzino tranquillo anche per i problemi cardiaci che ha dalla nascita. Rientrava dal cinema insieme al cugino di soli 12 anni, e si sono visti puntare un coltello a serramanico alla gola, spalle al muro. Al 12enne, il delinquente, per evitare che scappasse, gli è salito con tutto il suo peso sul piede. Dei tanti presenti nessuno è intervenuto, solo quando mio figlio ha iniziato a urlare, il criminale si è dato alla fuga. In questa città non c’è futuro”. Conclude la madre.

“Non possiamo consentire di consegnare la città ai criminali, ai vigliacchi che non esitano di terrorizzare i ragazzini. Vogliamo una Napoli in cui si possa vivere di normalmente, dove ci sono i turisti che ne apprezzano le bellezze senza essere derubati e i ragazzini che il sabato pomeriggio vanno al cinema senza rischiare di vedersi puntato un coltello alla gola. Basta dover barattare la tranquillità e il decoro con i delinquenti senza scrupoli. L’escalation delinquenziale che da troppo tempo stiamo denunciando va fermata con rigore. Bisogna mettere in campo ogni sforzo possibile perché solo con un reale controllo del territorio e applicando pene certe e severe ai delinquenti potremmo combattere questa deriva incontrollata”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments