NAPOLI – L’attività dei parcheggiatori abusivi è tornata a pieno regime durante la fase 2 dell’emergenza sanitaria da coronavirus.

Sono, infatti, aumentati in maniera esponenziale le segnalazioni che i cittadini inviano al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli riguardanti le attività illecite degli abusivi della sosta auto. Una delle segnalazioni riguarda il trittico Rua catalana, Via Depretis e Via dei Griffi in cui la sosta dei veicoli veniva gestita da tre parcheggiatori abusivi, nonostante nei pressi si trovino gli uffici della Questura.

I tre uomini, secondo il cittadino ha che inviato la segnalazione, avevano escogitato un sistema per tenere sotto controllo gli spazi in cui far parcheggiare le auto, usando un furgone blu, un’auto nera e dei contenitori dei rifiuti per tenere occupati i posti auto da concedere poi ai “clienti” e minacciando e infastidendo chi si rifiutava di pagare.

Nella mattinata del 27 maggio, due dei tre parcheggiatori sono stati individuati dalla Polizia che li ha sanzionati e fatti allontanare.

L’ultima segnalazione giunge, invece, da Posillipo, dalle 13 discese di Sant’Antonio, nella quale un cittadino denuncia che i parcheggiatori abusivi lo abbiano minacciato di rigargli l’auto se si fosse rifiutato di pagare.

“Purtroppo la gran parte di questi soggetti sono delinquenti ed estorsori, troppo spesso al soldo della camorra. Hanno ricominciato ad invadere le nostre strade e a portare disordini, caos ed illegalità con la sosta selvaggia. Le forze dell’ordine stanno conducendo un lavoro serrato, cominciato già prima dell’epidemia, nel contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Ora bisogna proseguire questa lotta con controlli continui, sanzioni e pene pesanti, con le segnalazioni e le denunce da parte dei cittadini e con la creazione di spazi con posti auto a prezzi popolari, solo così l’abusivismo dei parcheggi può essere del tutto cancellato.”- ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments