NAPOLI – “Notevoli perplessità  e proteste stanno destando le operazioni di potatura che, in questi giorni, sono iniziate nell’ambito della municipalità collinare che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella. In particolare le segnalazioni riguardano gli interventi effettuati in via Ruoppolo e in via Alvino “. A intervenire ancora una volta è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari già presidente della Circoscrizione Vomero, che da tempo segnala i numerosi problemi che affliggono il già insufficiente verde pubblico a disposizione degli abitanti del popoloso quartiere.

“Per via Ruoppolo – puntualizza Capodanno-  le proteste riguardano il fatto che sono stati abbattuti alcuni alberi di pino nei pressi dell’ingresso del parco Mascagna, con i tronchi fatti a pezzi e la ramaglia ancora presenti sulle aiuole transennate. Non si conoscono, al momento, le ragioni per le quali si è dovuto procedere al taglio di questi alberi che adornavano la zona e i motivi per i quali non si è ancora proceduto a rimuovere tronchi e rami. In via alvino, invece, le segnalazioni riguardano le modalità con le quali si sta procedendo alla potatura  degli storici platani che adornano molte strade e piazze del quartiere collinare sin dalla nascita “.

 “Un’operazione, quella della potatura –  sottolinea Capodanno -, che dovrebbe tendere alla riqualificazione del patrimonio arboreo, attraverso interventi mirati, effettuati con l’ausilio di personale esperto e con tecniche all’avanguardia, come il tree climbing, che salvaguardino, tra l’altro, le piante interessate. Laddove invece, alla luce dei risultati che stanno sortendo, tali operazioni, effettuate con la piattaforma aerea, si stanno risolvendo di fatto in una vera e propria capitozzatura, col rischio che potrebbe  nel tempo risultare compromessa anche la vitalità stessa degli alberi interessati “.

“Da qui sono scaturite le critiche  –  puntualizza Capodanno – ma anche l’ironia amara di chi ha cominciato a dare dei veri e propri nomi alle nuove forme che vanno assumendo le alberature stradali dopo l’intervento radicale. Di fatto l’aspetto estetico dell’arteria vomerese, a poche settimane del periodo natalizio, appare totalmente modificato e non certo in positivo. In realtà le alberature stradali non andrebbero potate in modo drastico e indiscriminato, lasciando così la forma di un albero per assumere quella di scheletri inquietanti che, anziché abbellire la città, la rendono ancor più triste e lontana dalla natura “.

 Sulle questioni sollevate Capodanno sollecita l’intervento e i chiarimenti necessari da parte dell’assessore comunale al verde, Santagada oltre che degli uffici comunali competenti affinché, oltre che alle operazioni di potatura, da condurre però con modalità meno invasive e opportunamente dirette, si proceda anche a ripristinare le alberature nelle numerose fonti che ne sono attualmente ancora prive, segnatamente anche in via Ruoppolo, previa rimozione di tronchi e rami dei pini di recente abbattuti.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments