NAPOLI – “Napoli da tempo è premiata dalla presenza costante e massiccia di turisti ma non lo è dai suoi cittadini che sembrano non avere a cuore il buon nome, nel mondo, della loro città. I napoletani sono legati ai vecchi stereotipi che raccontano una Napoli da terzo mondo, non fanno nulla per ribaltare certi racconti. Sono imbarazzanti le condizioni del Lungomare più bello del mondo, decine e decine le bottiglie e rifiuti di ogni genere lanciati e ammassati oltre i muretti che delimitano la strada dalla scogliera. Come si può decidere di utilizzare quello spazio per sbarazzarsi dei rifiuti? Per non parlare di chi sarebbe preposto alla pulizia di quei luoghi la cui cura è assolutamente insufficiente. Completa il quadro la corposa striscia di liquami che si infrange sugli scogli all’altezza di Santa Lucia. Davvero una visione impietosa agli occhi dei tanti turisti, una cartolina naturale deturpata dalla inciviltà e dalla irresponsabilità di chi continua a sversare illegalmente. Denunciamo da anni simili paradossi, invitando a una responsabilità collettiva che produca risultati diversi da quelli che ancora si palesano sotto i nostri occhi e che prima o poi saranno irreversibili. Servono più determinazione e senso civico, maggiore puntualità nei controlli sia per arginare i barbari distruttori sia per richiamare al proprio dovere chi dimentica di svolgere il lavoro per cui è pagato”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, che ha ricevuto foto e video segnalazioni del degrado in cui versa il Lungomare.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/574946910888440

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments