Napoli, spari in piena movida, commercianti e cittadini: “Qui ci scappa il morto!” (VIDEO)

    0

    NAPOLI – Dopo la rapina del Rolex a un turista a luglio nuovo atto criminale in piazza Trieste e Trento.

    Nella notte fra sabato e domenica, una persona in sella ad uno scooter, ha esploso diversi colpi di pistola. Attimi di terrore, all’esterno di un bar, con tutti i clienti, fra cui donne e bambini, a darsi alla fuga non appena uditi gli spari.

    Un fuggi fuggi generale, come dimostra un video di alcune telecamere di sorveglianza.

    I commercianti sono esasperati e chiedono maggiori controlli telecamere e presenza di polizia, carabinieri ed esercito prima che ci scappi il morto.

    Data l‘emergenza criminalità che attanaglia la pazzia, Europa Verde darà vita ad una nuova iniziativa prevista per martedì 6 settembre alle ore 11.30. Hanno aderito diversi imprenditori e commercianti del napoletano come Peppe Di Napoli, titolare della risto-pescheria a Pianura vittima di una bomba-carta, i maestri pizzaioli Errico Porzio, Gino Sorbillo, l’imprenditore Andrea Vento, Massimiliano Rosati e Michele Sergio del Gambrinus, i titolari del Monidee, dove sono avvenute prima la rapina e poi la stesa, e ai quali il consigliere Borrelli ha portato la propria solidarietà, e il presidente della Camera di Commercio Ciro Fiola. Prevista anche la presenza del presidente della commissione Cultura, Turismo, attività produttive, commercio del comune Luigi Carbone.

    “Non si può continuare a vivere nel terrore, a gestire delle attività commerciali con la paura che delinquenti e balordi sparino o rapinino agli avventori. Da tempo chiediamo un sistema robusto di videosorveglianza in tutta la città ma dato che finora nessun provvedimento è stato adottato, siamo pronti a pagare anche noi le telecamere di sorveglianza se non riusciamo ad averle dalla Questura e Prefettura. In particolare a Piazza Trieste e Trento negli ultimi anni sono state annunciate diverse volte l’arrivo di pattuglie fisse e telecamere ma purtroppo si sta ancora aspettando. Ribadiamo: oltre alla videosorveglianza serve un presidio fisso delle forze dell’ordine e un piano straordinario con Asl e Comune per affrontare le problematiche legate ai tanti che affollano la piazza e fanno abuso di alcolici.”- le parole di Borrelli.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments