Resta in carcere il boss della Nuova Camorra Organizzata Raffale Cutolo, è infatti stata respinta, dal magistrato di Sorveglianza di Reggio Emilia, la richiesta degli arresti domiciliari per motivi di salute.

“Si tratta di una piccola ma significativa vittoria. Ora chiediamo che tutti i boss tornino e restino in galera, l’unico posto che gli compete. Vogliamo che venga messa fine a questa farsa, la storia che i camorristi ed i mafiosi debbano tornare a casa per paura di essere contagiati non regge, all’interno delle prigioni non c’è mai stata una vera propria epidemia, lo dicono i numeri, ad oggi ci sono stati zero contagi e zero morti tra i camorristi detenuti e quindi riteniamo, dato che si tratta di persone dedite ad infrangere regole e leggi, che siano più al sicuro nelle patrie galere che fuori e soprattutto, ed è ciò che di più conta, che saranno al sicuro tutti i cittadini e le persone perbene che staranno lontano da questi criminali che hanno saputo seminare solo violenza e morte. Vogliamo che nessun boss esca dal carcere, questi provvedimenti li rendono ancora più forti, sono le uniche persone ad aver beneficiato di vantaggi in questa emergenza coronavirus.

Per questo portiamo avanti la nostra protesta.”- ha affermato con decisione il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che ha dato vita ad una protesta popolare, alla quale si sta unendo un numero sempre maggiore di cittadini, ed una petizione on-line per dire basta alle scarcerazione dei boss di mafia e camorra per il Coronavirus.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments