NAPOLI – Ieri mattina gli agenti del Commissariato di Nola, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un negozio di abbigliamento in via Sarnella a Nola per la segnalazione di una rapina.

Giunti sul posto, i poliziotti sono stati avvicinati dal titolare il quale ha raccontato che un uomo, dopo aver prelevato 10 giubbotti del valore complessivo di 4500 euro, aveva minacciato la commessa con un coltello per poi darsi alla fuga a bordo di un’auto.

Gli operatori, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e alle immagini dei sistemi di videosorveglianza cittadina e dell’esercizio commerciale, hanno individuato e rintracciato il rapinatore nella sua abitazione a San Vitaliano dove è stata rinvenuta la vettura utilizzata e alcuni indumenti indossati durante la rapina.

Giuseppe Stellini, 37enne di San Vitaliano con precedenti di polizia, è stato arrestato per rapina aggravata.

Nella stessa serata i poliziotti, nel transitare sulla SS7Bis a San Vitaliano, hanno notato due uomini che, con atteggiamento circospetto, stavano entrando nel bar di un’area di servizio.
Gli agenti, insospettiti, sono entrati nell’esercizio commerciale dove uno dei due, alla loro vista, ha avvertito l’altro della presenza dei poliziotti e ha tentato di allontanarsi ma è stato bloccato mentre il complice si è introdotto nella cucina del locale dove è stato, con non poche difficoltà e dopo una colluttazione, bloccato e trovato in possesso di una pistola calibro 9×21 caricata con 10 cartucce e un colpo in canna.

Federico Maldarelli, 38enne di Casoria, e Domenico Marrone, 55enne di Giugliano in Campania con precedenti di polizia, sono stati arrestati: il primo per porto illegale di arma clandestina e resistenza a Pubblico Ufficiale mentre il secondo per favoreggiamento personale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments