Ospedale di Nola, bambino piange e le infermiere mettono lo smalto (VIDEO)

    0

    NOLA – “Attenderemo che l’Asl Napoli 3 e i vertici dell’Ospedale di Nola completino l’indagine interna già avviata. Non un giorno di più. Dopodiché, se fosse confermato che iscritti all’Ordine degli infermieri di Napoli si siano resi protagonisti di comportamenti tanto gravi e lesivi del buon nome della professione e dei suoi principi deontologici, prenderemo tutti i provvedimenti disciplinari previsti”.

    Cosi Ciro Carbone, Presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli, sul video che da ieri circola sul web con le immagini che, secondo chi lo ha realizzato e diffuso, mostra due presunte infermiere dell’Ospedale di Nola, impegnate nel curarsi le unghie, nonostante il pianto a dirotto di un bambino.

    “Comportamenti come quelli che il video mostra, qualora fossero confermati come veritieri, non sono in linea con i principi deontologici, professionali e etici della nostra professione. Essi – aggiunge Carbone – gettano discredito e offendono colleghi impegnati ogni giorno in un duro, delicato e apprezzato lavoro di assistenza nei nostri ospedali e sul territorio.

    Giudichiamo quindi ingiuste, immeritate e offensive le ingiurie e le offese alla professione che accompagnano il video sui social. Improperi che rispediamo al mittente perché, generalizzando, ledono ingiustamente la dignità, la professionalità e i meriti sociali e professionali di tanti infermieri che operano con elevata sapienza e competenza e con specchiato e riconosciuto slancio umanitario.”

    “Attendiamo con attenzione le risultanze dell’indagine interna avviata dall’Asl Napoli 3 e dall’Ospedale di Nola circa il video che mostra due presunte infermiere intente a mettere lo smalto incuranti del pianto di un bambino all’interno, secondo quanto riferito da chi ha postato il video, del reparto di pediatria del nosocomio nolano.

    L’indagine servirà ad appurare in primis la veridicità del video e, qualora il contenuto fosse confermato, ad adottare i provvedimenti sanzionatori più idonei per un comportamento inqualificabile”.

    Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Siamo d’accordo – prosegue Borrelli – con le parole di Ciro Carbone, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli, che ha espresso parole dure circa il presunto episodio di scarsa professionalità specificando però che tale mancanza di deontologia, qualora confermata, è da addurre unicamente alle protagoniste del video e non di certo ad un’intera categoria che ogni giorno profonde il massimo degli sforzi possibili per assistere gli infermi nelle strutture ospedaliere di tutta la regione”.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments