NAPOLI – Destano molta preoccupazione le condizioni precarie in cui versa l’Arco borbonico sul Lungomare di Napoli nei pressi dell’area della Colonna Spezzata.

L’arco, che è l’unica testimonianza del antico molo borbonico, a causa delle avversità climatiche e del logoramento avvenuto nel corso degli anni si trova in condizioni molto instabili e rischia di crollare.

Il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ha a più riprese evidenziato ed attirato l’attenzione sulla problematica e lo scorso 21 maggio ha inviato una nota alla Soprintendenza e alle autorità portuali per richiedere interventi urgenti per la messa in sicurezza ed il restauro del Molo Borbonico.

“ E’ una situazione che ci preoccupa molto, per questo avevamo inviato una richiesta di interventi urgenti per mettere in sicurezza e restaurare l’arco. Ci ha risposto il Soprintendente che ha diffidato l’Autorità Portuale, a cui è affidato il bene in questione, ad eseguire lavori di restauro e conservazione del Molo Borbonico. Crediamo che la tutela del patrimonio storico sia molto più importate delle mere questioni burocratiche e da allora invitiamo il Comune, la Soprintendenza e l’Autorità Portuale ad aprire tra di loro un canale di dialogo e a sedersi intorno ad un tavolo per trovare una soluzione rapida ed efficace per restaurare l’arco borbonico per preservarlo. E’ importante che la tutela del nostro patrimonio storico e culturale sia assicurata. Inoltre stiamo cercando con determinazione di ottenere la riqualificazione dell’area antistante la Colonna Spezzata a Piazza Vittoria attualmente interdetta per pericolo crollo”- ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments