NAPOLI – Ieri sera gli agenti del Commissariato Decumani, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in via Pessina sono stati fermati dagli operatori di un’ambulanza che stavano soccorrendo una persona in forte stato di agitazione.

I poliziotti hanno bloccato P.C., 49enne napoletano con precedenti di polizia, che, poco prima, aveva danneggiato con calci e pugni l’interno dell’ambulanza e lo hanno denunciato per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.

L’episodio è stato anche raccontato su Facebook da “Nessuno Tocchi Ippocrate”: “La postazione 118 della Annunziata allertata tramite la polizia municipale per “agitazione psicomotoria” al Corso Amedeo di Savoia.

Arrivati sul posto si rendono conto che la persona agitata era un senza fissa dimora.

L’equipaggio carica il paziente in ambulanza e lo trasferisce all’Ospedale del Mare, durante il tragitto all’altezza di Via Pessina il clochard incomincia a dare di matto gridando :”VOGLIO MORIRE” e sfondando i vetri interni del mezzo di soccorso cercando peraltro di aggredire l’infermiera.

Dopo l’assalto il paziente scende repentinamente dall’ambulanza con l’intento di fuggire ma, per fortuna, di passaggio c’era una volante della polizia che ha fermato il “facinoroso”…..

A quanto ricostruito dall’equipaggio lo scopo del “senza fissa dimora” era quello di farsi portare in ospedale per trascorrere la notte al coperto, ma evidentemente la modalità con la quale ne ha fatto richiesta non è stata delle migliori.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments