Polizia_Municipale_di_spalle

NAPOLI – L’ultima operazione eseguita dal Reparto di Tutela Ambientale per contrastare l’immissione sul mercato degli shopper fuori legge, ha visto gli Agenti della Polizia Locale di Napoli presso un grande opificio nel territorio di San Giovanni a Teduccio al cui interno, occultati tra i bancali di merce prodotta a norma, era celato, già confezionato e pronto per la consegna, un considerevole quantitativo di shopper inquinanti riportanti il logo di una nota catena di supermercati operante sull’intero territorio nazionale.

Gli Agenti hanno scoperto, inoltre, che la plastica in quel momento in lavorazione, per la realizzazione di buste riportanti il nome di una macelleria napoletana, era del tipo inquinante. In totale sono stati sequestrati oltre 4 quntali di merci, tra shopper e materie plastiche prime difformi da quanto previsto dalla norma UNI EN 13432:2002 e al conduttore dell’opificio è stata contestata una sanzione pecuniaria di €5000.

Gli Agenti hanno acquisito, inoltre, alcuni campioni di shopper con i marchi di biodegradabilità e compostabilità al fine di sottoporli ad analisi presso i laboratori dell’Arpa Umbria messi a disposizione di tutte le Forze di Polizia in convenzione con Assobioplastiche e, come previsto da protocollo nazionale, gli esiti verranno poi comunicati al Consorzio Biorepack.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments