NAPOLI – Parte a Napoli la rivoluzione digitale delle storiche cassette d’impostazione dal colore rosso vivo che dal 1961 punteggiano le città e i paesi d’Italia e costituiscono uno dei simboli di Poste Italiane, riconoscibile da tutti.

Stamattina, nell’atrio dello storico palazzo di Poste Italiane in piazza Matteotti sono state presentate le prime cassette postali “smart” della città, che sotto la tradizionale livrea battezzata sessant’anni fa nascondono un “cuore” tecnologico.

Dotate di uno schermo ad e-ink, infatti, sono connesse a internet e corredate di sensori in grado di percepire la presenza di lettere al loro interno in modo da ottimizzare i giri di raccolta della corrispondenza, riducendo così l’impatto ambientale. Inoltre, le innovative cassette possono registrare la temperatura, l’umidità e i livelli di inquinamento (diossidi di azoto e particolati) dell’aria, funzionando dunque come vere e proprie centraline di rilevamento.

I dati vengono visualizzati e aggiornati periodicamente sul display e-ink a bassissimo consumo di energia (la batteria integrata nella cassetta dura un anno), resistente alle intemperie e protetto da un vetro blindato. Le nuove cassette digitali, inoltre, consentiranno a Poste Italiane di fornire ai cittadini diverse informazioni di pubblica utilità.

A Napoli ne sono state installate 13 in diverse zone della città: oltre quella che è stata presentata oggi in piazza Giacomo Matteotti numero 2, nell’atrio dell’edificio centrale di Poste, in via Giorgio Arcoleo 48/A, via Giordano Bruno 199, via Giulio Cesare 99, via Diocleziano 228, via Domenico Cimarosa 27/A, corso Europa 74, piazza degli Artisti 27, via San Carlo 13, piazza Giuseppe Mazzini 1, via Abate Minichini 1/E, via Arena della Sanità 29, corso Meridionale 20.

In linea con la sua missione sociale, Poste Italiane prosegue parallelamente con l’attività di sostituzione e manutenzione delle cassette postali per riqualificare lo spazio urbano e l’installazione di cassette di ultima generazione anche nei Piccoli Comuni. Senza schermo, le cassette nei Comuni sotto i 5000 abitanti hanno le medesime funzionalità delle cassette “smart”. I dati rilevati sono consultabili all’indirizzo https://www.posteitaliane.it/piccolicomuni inserendo il nome del comune. In Italia le cassette postali sono circa 40.000 di cui circa 600 presenti a Roma Città.

L’iniziativa è coerente con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments