NAPOLI – Nella serata di mercoledì 26 maggio a Ponticelli, in via Vera Lombardi, si è tenuto un presidio anticamorra organizzato da diverse associazioni del territorio dopo gli eventi delle ultime settimane in cui sono state fatte esplodere diverse bombe che hanno danneggiato auto parcheggiate in strada.

Come però racconta Il Mattino, ‘qualcuno’ non avrebbe gradito il presidio ed i manifestanti sono stati oggetto di lancio di uova.

Gli atti sono riconducibili ad una faida in corso tra quel che resta del clan De Micco (i “Bodo”) ora guidati d dai De Martino, ed il gruppo e Luca Bossa-Schisa-Minichini –Casella.

“Quel che è accaduto a Ponticelli è davvero molto grave. Questo gesto, nel suo significato simbolico, è pericoloso e nocivo tanto quanto l’esplosione di bombe, rappresenta la violenza camorristica che vuol prevaricare a tutti costi sullo Stato e su chi si ribella alla supremazia dei clan. Le istituzioni devono intervenire reprimendo duramente il fenomeno camorristico e mostrando la loro vicinanza alla cittadinanza, che va tutelata e protetta. Esprimiamo la nostra solidarietà nei confronti dei manifestanti, delle associazioni e dei cittadini, la camorra va scacciata via una volta e per sempre.”- sono state le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments