ortofrutticolo-sequestro-gdf

NAPOLI – Erano professori di ruolo dell’Università “Federico II” di Napoli ma fatturavano servizi extra-istituzionali con tanto di partita Iva: ammonta a due milioni di euro il danno erariale scoperto dalla Guardia di Finanza nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura regionale della Corte dei Conti.

I tre docenti – Vincenzo Rosiello della Facoltà di Ingegneria, Paolo Stampacchia, della Facoltà di Economia e Francesco Briganti, della Facoltà di Medicina – sono stati tutti citati dall’autorità giudiziaria contabile.

Dagli accertamenti è emerso che tra il 2012 e il 2017 hanno fatturato centinaia di migliaia di euro per prestazioni non comunicate all’Università di appartenenza e in violazione della legge che regola il rapporto di esclusività con la pubblica amministrazione.

I tre docenti dovranno ora rispondere dell’indebita percezione dello stipendio previsto per i dipendenti pubblici con regime di impegno “a tempo pieno” che invece sarebbe dovuto essere di livello inferiore.(ANSA)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments