NAPOLI – Non c’è pace per i ristoratori del Lungomare di Napoli. Dopo gli innumerevoli danni causati alle attività commerciali e alle strutture dei ristoranti per la violenta mareggiata che ha investito via Partenope, il ristorante “I Re Di Napoli” ha subito un furto che ha scoperto il 30 dicembre subito dopo la mareggiata.

“È l’ennesimo brutto colpo alla nostra categoria. Dei ladri si sono introdotti all’interno distruggendo la saracinesca ed hanno saccheggiato il fondo cassa che noi avevamo preparato in previsione della riapertura. Si tratta sicuramenti di non-professionisti visto i danni che hanno causato ed il fatto che abbiamo lasciato degli oggetti dal valore ben più alto del fondo cassa. Molti colleghi sono stati colpiti duramente dalla mareggiata, sono stati distrutti i gazebo e gli impianti elettrici con conseguente rottura degli impianti di refrigerazione ed il deperimento degli alimenti. Un disastro. Abbiamo vissuto un anno molto complicato, le istituzioni devono darci una mano.”- è il racconto di Roberto Biscardi, titolare de I Re di Napoli.

“Oramai i delinquenti e i ladri sono privi di ogni forma di umanità e colpiscono anche categorie già in ginocchio. Biscardi e tutti i ristoratori ed i commercianti colpiti dalla mareggiata, ed in generale dalla crisi covid, hanno tutta la nostra solidarietà e possono contare sul nostro sostegno. A questo punto è fondamentale prevedere un piano di aiuti. Appena sarà consentito, quando ci saranno meno restrizioni, organizzeremo un’iniziativa di solidarietà e sostegno ai ristoratori di via Partenope per aiutarli a risollevarsi” – sono le parole del Consigliere Regionale di Europa verde Francesco Emilio Borrelli e del conduttore radiofonico Gianni Simioli che hanno raccolto la denuncia del ristoratore.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments