loreto-mare

NAPOLI – Furto di documenti all’interno dell’Ospedale Loreto Mare di Napoli. Ignoti, si sarebbero introdotti di notte nel nosocomio e indisturbati hanno portato via i registri contenenti accertamenti e referti di ferimenti e infortuni causati da falsi incidenti stradali.

“Siamo rimasti profondamente basiti dinanzi alla notizia pubblicata da il Mattino dei registri contenenti accertamenti relativi a infortuni derivati da falsi incidenti stradali presso l’ospedale Loreto Mare.

Il fatto ci ha amareggiato ma non ci ha sorpreso più di tanto. Anzi ci ha ricordato il caso, simile, della scomparsa delle registrazioni dell’impianto di videosorveglianza che avrebbero inchiodato i furbetti del cartellino dell’ospedale. Fuori e dentro al Loreto Mare, purtroppo, tutto sembra permesso. Far scomparire le prove di qualsiasi fatto delinquenziale non è difficile, come testimonia quest’ultimo episodio. Ma occorre invertire la rotta. La giustizia deve essere più celere.

Chiediamo al Tribunale di Napoli di procedere con la massima rapidità alla celebrazione dei processi che vedono coinvolti coloro che delinquono negli ospedali”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli. “Il clima di impunità, in ogni caso, non è esclusivamente interno all’ospedale.

Anche all’esterno è facile fare i propri comodi. Lo conferma la presenza dei parcheggiatori abusivi che da anni militarizzano gli spazi adiacenti, facendo affari d’oro con le estorsioni agli automobilisti gestendo le strisce blu. Occorre cambiare registro. Il Loreto Mare deve tornare ad essere un luogo di legalità non una babilonia dove tutto è possibile”.

Di seguito il link al video dei parcheggiatori abusivi:

Parcheggiatori Loreto Mare

Rubati i registri dei falsi incidenti all’ospedale Loreto Mare, all’esterno continuano a spadroneggiare i parcheggiatori abusivi che gestiscono le strisce blu. Borrelli (#Verdi): “Succede di tutto in questo ospedale. Caso simile alla scomparsa delle registrazioni che avrebbero inchiodato i furbetti del cartellino. La Giustizia sia celere e proceda velocemente con i processi contro chi delinque negli ospedali”“Siamo rimasti profondamente basiti dinanzi alla notizia pubblicata da il Mattino dei registri contenenti accertamenti relativi a infortuni derivati da falsi incidenti stradali presso l’ospedale Loreto Mare. Il fatto ci ha amareggiato ma non ci ha sorpreso più di tanto. Anzi ci ha ricordato il caso, simile, della scomparsa delle registrazioni dell’impianto di videosorveglianza che avrebbero inchiodato i furbetti del cartellino dell’ospedale. Fuori e dentro al Loreto Mare, purtroppo, tutto sembra permesso. Far scomparire le prove di qualsiasi fatto delinquenziale non è difficile, come testimonia quest’ultimo episodio. Ma occorre invertire la rotta. La giustizia deve essere più celere. Chiediamo al Tribunale di Napoli di procedere con la massima rapidità alla celebrazione dei processi che vedono coinvolti coloro che delinquono negli ospedali”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli. “Il clima di impunità, in ogni caso, non è esclusivamente interno all’ospedale. Anche all’esterno è facile fare i propri comodi. Lo conferma la presenza dei parcheggiatori abusivi che da anni militarizzano gli spazi adiacenti, facendo affari d’oro con le estorsioni agli automobilisti gestendo le strisce blu. Occorre cambiare registro. Il Loreto Mare deve tornare ad essere un luogo di legalità non una babilonia dove tutto è possibile”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Martedì 24 settembre 2019

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments