NAPOLI – Il prezzo del pane a Napoli e in tutta la Campania rischia di aumentare di almeno 1 euro al kg. Il motivo? Il costo del grano è salito vertiginosamente così come quello della farina.

L’allarme è stato lanciato dai panificatori napoletani.

“Si sta sottovalutando forse un po’ troppo il problema che rischia invece di assumere proporzioni bibliche. I costi della farina sono raddoppiati, il valore del gas è alle stelle, sono aumentati pure i costi delle materie per il confezionamento. Si prevede che il pane comune vedrà un costo raddoppiato. I consumatori saranno danneggiati così come lo saranno i produttori. Molte attività di panificazione non reggeranno l’urto e saranno costrette a chiudere. Si sta puntando sempre più a sostenere l’economia delle multinazionali stroncando quelle delle piccole attività. Se le istituzioni non intervengono ora, sarà la fine.”- spiega Mimmo Filosa, presidente di Unipan Campania.

“Il pane è il prodotto alimentare più consumato a Napoli ed in Campania, dove la panificazione rappresenta il fulcro del mercato italiano. L’aumento dei costi andrà così a gravare sia sui consumatori che sui produttori. Stamane in Regione una commissione per affrontare la tematica e trovare soluzioni che dovranno essere applicate a stretto giro per tentare di risollevare l’economia locale già messa a durissima prova dal periodo covid.“-ha dichiarato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, Presidente della Commissioni Agricoltura.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments