SALERNO – Avevano ottenuto il diritto di cittadinanza eppure possedevano case, auto e moto di lusso.

La Guardia di Finanza di Salerno nell’ultimo anno ha scoperto 48 anni casi di truffe, altrettanti sono state le persone denunciate per non aver dichiarato beni e proprietà che non avrebbero consentito loro di ottenere il reddito di cittadinanza.

Un paio di indagati non hanno dichiarato abitazioni dal valore di circa 300 mila euro, mentre altri avevano accumulato ricchezze provenienti da vincite al gioco on-line per 200 mila euro, altri ancora, invece, si è scoperto che lavorassero in nero.

“È indecente il modo di agire di queste persone che vogliono vivere alle spalle dello Stato come delle sanguisughe. Hanno case di lusso, conti correnti che altre persone si sognano ma non si accontentano, devono pure prendere soldi dallo Stato, soldi che spetterebbero a chi ha reali difficoltà economiche. Serve una riforma, questa gente va condannata a punizioni molto severe altrimenti il fenomeno dei furbetti non finirà mai.”- sono le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli .

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments