sangiovannibosco

NAPOLI – Due donne medico sono state aggredite nel pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli da un uomo già in cura presso un servizio di igiene mentale.

A quanto pare l’uomo, colto da raptus, pretendeva di essere visitato senza aspettare il suo turno. Le dottoresse sono state colpite a pugni e schiaffi: una ha riportato un trauma alla caviglia guaribile in tre settimane, per la seconda la prognosi è di 10 giorni.

E’ intervenuta la Polizia di Stato, che ha denunciato l’aggressore. L’uomo è in cura presso il servizio di igiene mentale del quartiere Scampia.

“L’aggressione di due dottoresse del pronto soccorso del San Giovanni Bosco conferma la necessità di attivare immediatamente il triage per l’accesso dei pazienti”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, ricordando che “nei giorni scorsi ho preparato un’interrogazione consiliare che sarà discussa in aula sul perché non sia stato ancora attivato il triage nel pronto soccorso del San Giovanni Bosco a distanza di anni ormai dalla conclusione dei lavori di ristrutturazione”.

“E’ chiaro che il triage non risolve del tutto il problema della sicurezza che va affrontato garantendo una maggiore vigilanza, come, tra l’altro, è stato già deciso dalla direzione generale dell’Asl Napoli1 nelle scorse settimane, e con il riconoscimento di pubblico ufficiale per il personale sanitario come richiesto dagli stessi operatori sanitari” ha aggiunto Borrelli esprimendo “piena e totale solidarietà alle dottoresse aggredite”. (Ansa)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments