NAPOLI – “A due mesi di distanza dalla mia segnalazione, attraverso un question time in Consiglio regionale, sul fatto che negli ospedali i pasti fossero serviti in contenitori non biodegradabili, contravvenendo a quanto previsto espressamente nel disciplinare del bando di gara sulla fornitura, devo purtroppo constatare che nulla è cambiato. Ci troviamo ancora nella stessa identica situazione. Non si tratta solo di una mancanza di sensibilità nei confronti della politica di sostenibilità ambientale che la Regione Campania ha giustamente inteso promuovere. Qui si va oltre. Non viene rispettato uno dei requisiti fondamentali per l’aggiudicazione della gara e tutto ciò è inaccettabile”. Queste le parole del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione Sanità.

“Ringrazio il direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, per aver immediatamente scritto alle direzioni coinvolte chiedendo, per l’ennesima volta, il rispetto delle disposizioni capitolari. Ma adesso mi aspetto fatti concreti e non più promesse e manifestazione di buone intenzioni. Ritengo che le dovute verifiche si facciano anche sul rispetto delle disposizioni sull’etichettatura come da regolamento dell’Unione Europea numero 1169 del 2011, che le colazioni siano servite con carrelli modello Burlodge Breakfast, come previsto dall’accordo, e sull’utilizzo dei vassoi termorefrigerati. Il prossimo passo sarà quello di chiedere la rescissione immediata del contratto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments