pompieri

GIUGLIANO – “Secondo incendio in una settimana nei pressi del campo rom di Ponte Riccio a Giugliano.

I cittadini ci segnalano una densa nube nera e un forte odore di bruciato. Purtroppo, la grave emergenza sanitaria che stiamo vivendo non frena gli intenti di criminali senza scrupoli che violano le restrizioni per avvelenarci.

Due incendi in sette giorni, nello stesso luogo, non possono essere una coincidenza. Una situazione gravissima che rischia di vanificare gli sforzi che ognuno di noi sta facendo.

I delinquenti approfittano dell’attenzione che le forze dell’ordine hanno nel contenere il contagio, non a caso, negli ultimi giorni, dai dati ufficiali della Protezione Civile regionale, c’è stato un preoccupante aumento dei roghi in Campania assolutamente anomali per la stagione che non possono essere certamente riconducibili all’autocombustione.

Questo, vuol dire, che c’è un preciso piano criminale per agire esattamente in questo periodo.

E allora bisogna intervenire con fermezza per fermare i delinquenti e assicurarli alla giustizia. Il contagio si ferma anche sbattendoli dentro, non in casa però, in galera”. E’ quanto dichiarato da Francesco Emilio Borelli, consigliere regionale dei Verdi con l’ex consigliere del Sole che Ride Giuseppe D’Alterio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments