Sequestrati al clan Mallardo beni per 10 milioni di euro (VIDEO)

    0

    GIUGLIANO – Ci sono supermercati, caseifici, panifici, e anche un’azienda di fuochi pirotecnici tra le imprese sequestrate dalla Divisione Anticrimine- sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Questura di Napoli a Salvatore Lucente, 37 anni, genero del boss Francesco Mallardo, ed una delle menti economiche del clan, attivo nell’ entroterra a Nord di Napoli ed aderente al cartello della “Alleanza di Secondigliano”. Il valore complessivo del sequestro è di circa 10 milioni di euro.

    Il supermercato “2 m “s.r.l , a Giugliano (Napoli) era intestato a Nunzia Lucente, moglie del pregiudicato, che sta scontando in carcere una condanna del 2018 a 13 anni e 4 mesi per associazione di stampo camorristico ed altri reati. Una delle imprese più grandi è il “Panificio Campano”, con diversi punti vendita a Villaricca, Giugliano e Casoria. I suoi prodotti – secondo quanto hanno ricostruito le indagini degli agenti della Divisione Anticrimine, diretti dal vicequestore Nunzia Brancati – venivano imposti dal clan Mallardo ai panifici dell’area a Nord di Napoli creando un regime di oligopolio. Altra azienda sequestrata è il “Caseificio dei Sapori”, in via Nicolini, a Napoli. Sede centrale a Napoli, viale Umberto Maddalena ed a Giugliano, sul centralissimo Corso Campano per “Accendi un sogno- fuochi di artificio” che produce fuochi pirotecnici.

    In totale il sequestro comprende le quote sociali e l’intero patrimonio di quattro società, otto locali, due appartamenti, due terreni, un garage, un deposito, un’ auto, due moto, ed il 50% di un’ imbarcazione, oltre a 29 conti correnti bancari ed a 25 mila euro in contanti. Il provvedimento di sequestro – su disposizione del Tribunale di Napoli-sezione misure di prevenzione – precede la confisca dei beni. Salvatore Lucente viene considerato dagli investigatori come un elemento di “alto profilo” del clan Mallardo, grazie all’ appartenenza all’ entourage familiare, incaricato degli investimenti economici con il denaro da riciclare ma anche di pianificare operazioni economiche con il potente clan Contini.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments